Lungo il litorale ionico
nei pressi di Gallipoli



Una importante area di grande valenza naturalistica

Recupero e rifunzionalizzazione della zona individuata come “A” di un ex-colonia marina a supporto della fruizione e dell’ospitalità diffusa nel comune di Sannicola

Realizzazione di segnaletica su alcuni dei sentieri esistenti e ricadenti nell’area SIC, per tracciare l’identità del sito e dislocata in punti strategici di accesso percorrenze interne

Progetto definitivo per gli interventi sulla rete di sentieri al fine di favorire lo sviluppo di percorsi escursionistici nel comune di Galatone

Progetto definitivo per gli interventi sulla rete di sentieri al fine di favorire lo sviluppo di percorsi escursionistici, nel comune di Sannicola

La chiesa di San Mauro



Dalla leggenda delle rupi di San Mauro

Il racconto della storia o meglio, della leggenda, che lega l’area denominata Rupi di San Mauro al Santo è affidata ad uno scritto tra i più completi e articolati (cfr. Gianfranco Scrimieri. Immagine e storia della Chiesa di San Mauro in territorio di Sannicola).

Tutto ha inizio nelle cavità che si aprono a ridosso dell’edificio, si racconta che proprio su una di esse fu edificata la Chiesa in onore del Martire Mauro il quale trasferito dalla Libia a Roma (284) per essere punito, in quanto cristiano, vi morì martire. Il suo corpo fu trafugato dai compagni per essere riportato in patria, durante il viaggio inseguiti da una galea romana, si rifugiarono sull’Altolido; qui vennero uccisi ma il corpo del Santo non potè essere bruciato.


Flora

Le principali specie floristiche dell’area

 

Fauna

L’area, oltre che per le specie vegetali, è di grande importanza per la fauna, tanto per specie stazionarie quanto per specie migratrici che, numericamente, sono le maggiori.

 

L’Amministrazione Comunale rende partecipi delle opere realizzate sulla rete di sentieri Rupi di San mauro, volte a favorire lo sviluppo dei percorsi escursionistici nel comune di Sannicola, previsti dal Piano di Gestione del SIC “Montagna Spaccata e Rupi di San Mauro”. Un progetto recuperato, finanziato e realizzato con l’impegno di tutti e, soprattutto grazie all’impegno diretto del sindaco Mino Piccione.

Il progetto prevede la realizzazione di una rete di sentieri finalizzati alla fruizione dell’area SIC ricadente nel comune di Sannicola con una serie di azioni integrate e iniziative di carattere naturalistico, educativo e promozionale. Sarà utile soprattutto a valorizzare e rendere finalmente fruibile un luogo già meta di turismo rurale.

Gli interventi sulla rete sentieristica hanno reso possibile il suo completo recupero, adattamento e adeguamento per aumentare e facilitare la percorribilità; l’installazione di segnaletica adeguata, la realizzazione di punti di sosta eallestimento degli stessi ne aumentano l’attrattiva e la fruibilità grazie a piazzole attrezzate, percorsi ginnici, aree pic-nic, casette per il bird watching. Importante è stata la realizzazione di un sistema di videosorveglianza autoalimentato mediante sistemo fotovoltaici e collegato h24 agli uffici di Polizia Municipale.

Il tutto reso possibile grazie alla collaborazione dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sannicola nella persona dell’architetto Gianpaolo Miglietta, della Direzione Lavori curata dallo Studio SIT&A dell’ing. Tommaso FARENGA con la preziosa collaborazione dei Funzionari territoriali per l’Archeologia dott.ssa Daniela Tansella, e per l’Architettura architetto Pietro Copani.